COME CURARE IL SINTOMO “FEBBRE” CON I FARMACI OMEOPATICI

Farmacia Visconti di Ferrari Emanuela e Lantieri Carmela


Possiamo dividere i rimedi omeopatici utilizzati per abbassare la febbre in 2 grandi gruppi, a seconda se la febbre si manifesta in maniera improvvisa (esordio brusco)

oppure gradualmente (esordio graduale).

ESORDIO BRUSCO

Aconitum 9 CH : febbre elevata, a comparsa improvvisa, spesso dopo un colpo di freddo, con brividi, sete intensa di acqua fredda, cute molto calda e secca. Il paziente è agitato e ansioso.

Posologia: 5 granuli ogni 2/3 ore fino a miglioramento

Belladonna 9 CH: febbre ad esordio brutale, con sudorazione diffusa, cute calda, viso congestizio, gola molto rossa e tosse secca. Il paziente è ipereccitabile.

Posologia: 5 granuli ogni 2/3 ore fino a miglioramento

Apis 9 CH: febbre ad esordio rapido ma moderarta; vi è assenza di sete, intolleranza al calore locale e generale. Il paziente gradisce impacchi freschi.

Posologia: 5 granuli ogni 2/3 ore fino a miglioramento

ESORDIO GRADUALE

Ferrum phoshoricum 9 ch:febbre moderata con alternanza di pallore e congestione del viso; il paziente presenta spesso cefalea e dolori articolari.

Posologia: 5 granuli ogni ora.

Gelsemium 9 CH: il paziente ha cefalea, dolori muscolari, suda abbondantemente, non ha sete ed è molto prostrato.

Posologia: 5 granuli ogni 2 ore.

Bryonia 9 CH: i sintomi si aggravano ad ogni minimo movimento; la gola è secca ed è presente sete intensa per grandi quantitativi di acqua . Spesso c'è tosse secca e dolorosa, cefalea e dolori muscolari.

Posologia: 5 granuli ogni ora

Rhus Toxicodendron (Rus Tox) 9 CH: la febbre insorge progressivamente con brividi,dolori articolari che migliorano con movimento continuo; spesso si associa herpes labiale.

Posologia: 5 granuli ogni ora.

resta sempre in contatto con noi

Registrati alla newsletter